11 Followers
10 Following
Patricija

Gatta ci cova

Currently reading

Hitler
Ian Kershaw, A. Charles Catania
Gli Impiegati
Honoré de Balzac

Il vino della solitudine

Il vino della solitudine - Irène Némirovsky, Laura Frausin Guarino "...non essere stata una bambina quando era il momento di esserlo forse fa sì che non si possa mai maturare come gli altri; si è appassiti da un lato e ancora acerbi dall'altro, come un frutto esposto troppo presto al freddo e al vento..."

Hélène è vittima di una madre che non la ama, che non si occupa di lei. Incapace di darle una carezza, rivolgerle un sorriso. Ha a cuore soltanto se stessa e il suo giovane amante.
Hélène è vittima di un padre leggero, morbosamente attratto dal gioco, innamorato della moglie al punto di non voler vedere né sapere.
Solo Madamoiselle Rose, la sua governante, le dà il calore che la famiglia le nega. Ma il filo che lega Hélène a Rose si spezzerà e la piccola dovrà sopportare tutto il nulla che la circonda, da sola. Cresce, Hélène, si fa fanciulla e poi giovane donna. Scruta, scopre, soffre. E con lei cresce l'odio e la voglia di vendetta...
Chissà quante Irene/Hélène ci sono. Fa male il solo pensiero.