11 Followers
10 Following
Patricija

Gatta ci cova

Currently reading

Hitler
Ian Kershaw, A. Charles Catania
Gli Impiegati
Honoré de Balzac

“Le cause in storia non si suppongono. Si cercano”

Apologia della storia o Mestiere di storico - Marc Bloch, Carlo Pischedda, Girolamo Arnaldi, Lucien Febvre

Bloch sospese la stesura di “Apologia della storia” per unirsi al movimento di Resistenza Franc-tireur, scelta che gli costò la fucilazione per mano dei nazisti il 16 giugno 1944.
Il libro uscì, incompiuto, nel 1949 grazie al suo amico e compagno di studi Lucien Febvre.

 

Cos’è la Storia? Bloch afferma che è la scienza degli uomini nel tempo.
“Lo storico non pensa solo "umano". L'aria in cui il suo pensiero naturalmente respira è la categoria della durata.”
Dunque, in che modo lo storico deve indagare il passato per restituire ai contemporanei la memoria dell’umanità?
Il buon storico somiglia all'orco delle fiabe: là dove fiuta carne umana, egli sa che è là che si trova la sua preda.
Compito dello storico è analizzare criticamente fonti documentarie e narrative individuando inesattezze e falsità, che fra tutti i “veleni in grado di viziare una testimonianza” è il più potente; suo compito è ragionare sulla scelta delle testimonianze, sul metodo di ricerca e lavoro, sullo studio degli accadimenti e degli uomini; suo compito è ancora lavorare con onestà intellettuale per riconsegnare ai posteri la Storia scevra da ideologie e strumentalizzazioni.
Tante, tante le domande e le riflessioni in quest’opera interrotta drammaticamente dalla Storia, che rimane testo fondamentale per storici e non.

 

Conoscere il passato per comprendere il presente, perché “L'incomprensione del presente nasce fatalmente dall'ignoranza del passato”.
Ecco il grande insegnamento di Bloch.