12 Followers
12 Following
Patricija

Gatta ci cova

Bianciardi d'essai. La «vita agra» di Luciano Bianciardi a Grosseto raccontata da Isaia Vitali, Mario Dondero, Maria Jatosti - Irene Blundo

Dal circolo del cinema al bibliobus, il furgone attrezzato che Luciano usava per portare i libri della Chelliana alla gente delle campagne e ai minatori. Aveva trovato anche la rima: “Questo è il bibliobus Chelliana che passa una volta a settimana”. Ci andava con l’amico Cassola.
A raccontare il periodo grossetano di Bianciardi sono gli amici, quelli che hanno collaborato con lui. Quelli che credevano, come credeva lui, al valore della cultura. Lo fanno con quel po’ di riservatezza, di gelosia, forse trattenendo per sé i ricordi più cari, quelli più amari, quelli più preziosi. Quelli più belli.
È una lusinga, un bisbiglio. Un refolo di dolcezza. Un sospiro di nostalgia.