11 Followers
11 Following
Patricija

Gatta ci cova

Currently reading

Hitler
Ian Kershaw, A. Charles Catania
Gli Impiegati
Honoré de Balzac
Il viaggio dell'elefante - José Saramago

Nel 1551 re Dom Joao III si liberò del “peso” di un elefante offrendolo come dono nuziale all’arciduca Massimiliano d’Austria. Il pachiderma viaggiò così da Lisbona a Vienna.

Il trattamento irriverente che subì alla sua morte, avvenuta due anni dopo l’arrivo a Vienna, è la ragione che spinse Saramago a scriverne la storia. Ad accompagnare Salomone, l’elefante di José, è il suo custode Subhro. Al loro seguito una nutrita e variegata comitiva, somma rappresentazione di bassezza e dappocaggine; uomini capaci di tremende insonnie per un nonnulla e in grado di dormire alla vigilia di una battaglia.

Per nobiliare uzzolo Salomone sarà ribattezzato Solimano e Subhro, Fritz.

 

Fate anche voi questo viaggio nel passato, “immensa pietraia che tanti vorrebbero percorrere come se si trattasse di un’autostrada, mentre altri, pazientemente, vanno di sasso in sasso, e li sollevano, perché hanno bisogno di sapere che cosa c’è sotto.”. Fatelo, perché le parole di Subhro: “Se tutti quanti facessero ciò che possono, il mondo sarebbe certo migliore”, già da sole, valgono il viaggio.