11 Followers
10 Following
Patricija

Gatta ci cova

Currently reading

Hitler
Ian Kershaw, A. Charles Catania
Gli Impiegati
Honoré de Balzac
Maria di Ísili - Cristian Mannu

Scrittura musicale, quella di Mannu, per restituire albero e radici alla nuova Maria, in questa terra di Sardegna dove il tempo è fermo, le vite s’allontanano, i peccati rimangono.

È storia di donne, di assenze e abbandoni. È storia di un mondo fatto di terra e carne, di amori e tradimenti. È storia portata dal vento in tempesta che scuote il petto e conduce lontano. E ancora, storia di ribellione pagata a caro prezzo in un tempo sospeso, dove la vergogna è più forte del perdono.

 

Racconto corale dall’andamento ciclico intonato all’unisono. Come un lungo mantra.

Però… Cambia il modus esprimendi, ma lo stile ripetitivo, cantilenante è comune a ogni voce, e questo costante iterare, alla fine, perde mordente, snerva. Sarebbe stato diverso affidato a una voce terza, come ponte modulante fra i personaggi.

E ho trovato eccessivamente fiabesco l’azzurro degli occhi alla nascita di Maria, e sovrabbondante la figura di Michele, parricida e <i>frosciu</i>.

 

 

P.S. Non c’è uso, anzi, non c’è abuso della d eufonica. Vi pare poco? Per me è una nota di merito, e con piacere vi pongo l’accento.