11 Followers
10 Following
Patricija

Gatta ci cova

Currently reading

Hitler
Ian Kershaw, A. Charles Catania
Gli Impiegati
Honoré de Balzac
Lume Lume - Nino Vetri

Svagatissima e umana scrittura, caleidoscopica nel suo procedere. Vetri spessi e colorati. Immagini incerte che si fanno di limpidezza assoluta.

Varchi la pagina, e sei in un altro mondo. Il mondo è una casa di ringhiera. Il mondo, come la vita, scorre, passa e va.

Nostra patria è il mondo intero. Nostra sorella l’umanità.

Smettiamola di temere lo “straniero” più del nemico perché meno definito. Salviamo la memoria, condividiamo le culture. Uniamo coscienze e conoscenze.

E traduciamo Lume lume. ‘nceproblè!

C-așa-i lumea, trecătoare,

Unul naște, altul moare,

Ăl de naște necăjește,

Ăl de moare putrezește,

Lume, soră lume!

Ché è così il mondo: passa e va.

Uno nasce e l’altro muore.

E chi nasce ha sol disgrazie

E chi muore imputridisce

Lume, sorella lume!

 

 

P.S. Però, Nino che mi traduci Quello che nasce si diverte/Quello che muore imputridisce”: quello che nasce non si diverte ma soffre, e “bucce di uova” e “clarino” (da musicista capirai) no se puede leer!

Ecco, l’ho detto. Ché io ci ho il sobbalzo facile. ‘nceproblè! :D