12 Followers
11 Following
Patricija

Gatta ci cova

Currently reading

Discorso dell'ombra e dello stemma
Giorgio Manganelli
E fu subito regime
Emilio Gentile
L'Adalgisa. Disegni milanesi
Carlo Emilio Gadda
The Aspern Papers (Dover Thrift Editions) - Henry James

“Furfante di uno scrittorucolo!”

 

 

La gondola scivola pigramente lungo il Canal Grande, nell’abbraccio molle e indefinibile di un’estiva notte veneziana. Non lontano c’è il palazzo grigio e rosa, un tempo certamente splendido, residenza delle signorine Bordereau: l’ultracentenaria Juliana, che fu amante e musa ispiratrice del poeta Jeffrey Aspern, e la non più giovane nipote Tina. Pare che in casa sia conservato il carteggio amoroso fra Juliana e il poeta. Quivi giunge il protagonista, critico letterario, studioso e grande estimatore di Aspern, nonché voce narrante, disposto a tutto pur di prendere possesso dell’epistolario. Riuscirà a guadagnarsi la simpatia di Tina, a farsi ammettere in casa Bordereau. Si presenterà sotto falso nome, si offrirà di pagare qualsiasi cifra pur di avere qualche stanza del palazzo in affitto. Poi inizierà il suo lavoro diabolico e sottile.

 

Da una parte pare si cerchi  un accordo in nome dell’arte, dall’altro in quello dell’amore. Ma a ben guardare, è solo questione di profitto personale.

E il prezzo, come sempre in questi casi, è davvero alto.