12 Followers
12 Following
Patricija

Gatta ci cova

Sei passeggiate nei boschi narrativi - Umberto Eco

“Un bosco è, per usare una metafora di Borges […] un giardino dai sentieri che si biforcano. Anche quando in un bosco non ci sono sentieri tracciati, ciascuno può tracciare il proprio percorso decidendo di procedere a destra o a sinistra di un certo albero e così via, facendo una scelta a ogni albero che si incontra. In un testo narrativo il lettore è costretto a ogni momento a compiere una scelta. Anzi, quest’obbligo della scelta si manifesta persino a livello di qualsiasi enunciato, almeno a ogni occorrenza di un verbo transitivo.

Mentre il parlante si accinge a terminare la frase noi, sia pure inconsciamente, facciamo una scommessa, anticipiamo la sua scelta, o ci chiediamo angosciati quale scelta farà.”

 

 

Incamminarsi nel bosco e uscirne con rinnovata consapevolezza.

Essendo comprovato il fabulare del lupo, incontrandolo, non sarà certo bizzarro fermarsi per scambiare quattro chiacchiere. Magari davanti a un buon caffè. E un pasticcino.

Chissà se il lupo è lettore modello, empirico, ideale, implicito, virtuale o metalettore.